Ecotur 2011, l’Apt per la Basilicata

La locandina di Ecotur 2011

La Basilicata turistica nemmeno per il 2011 ha rinunciato ad essere presente alla fiera Ecotur di Chieti, il business center internazionale del turismo verde tenutosi dal 6 all’8 maggio nella città abruzzese.

l’Apt ha curato l’appuntamento in ogni dettaglio, mettendosi a disposizione dell’intero sistema turistico lucano, ospitando gli operatori e favorendo la partecipazione ai workshop, ovvero appuntamenti più direttamente orientati alla commercializzazione.

“Ecotur è ormai una rassegna consolidata nel panorama internazionale di settore -spiega il direttore Apt, Gianpiero Perri- e la nostra offerta di turismo verde non può mancare ad un appuntamento così importante. La strategia è quella di continuare a sostenere con determinazione un settore caratterizzante dell’identità turistica lucana, che può diventare anche un settore trainante dell’economia regionale”.

Ecotur è uno degli appuntamenti che fanno parte di un disegno più vasto che in Basilicata mira alla costituzione di una vera e propria rete dei parchi (Pollino, Appennino Lucano, Gallipoli Cognato e Murgia Materana), oggetto di un tavolo di confronto e concertazione a cui siedono la Regione e le istituzioni territoriali, sotto la regia dell’Apt. L’obiettivo è una promozione sinergica del comparto e la condivisione dei servizi al fine di mettere in campo azioni coerenti con il Piano Turistico Regionale.

“La filosofia di fondo su cui si basa questa iniziativa -ha concluso Perri- è un cambiamento culturale che ci consenta di passare dalla valorizzazione del patrimonio naturale alla creazione di un prodotto turistico integrato da offrire al mercato”.

Print Friendly, PDF & Email
Giovanni Gallo

Giovanni Gallo

Laureato in comunicazione multimediale, giornalista ed esperto di comunicazione. Ipertecnologico, la cosa che non può mancare nella sua vita è internet. È sempre più convinto che la rete realizzi gli ideali illuministici della conoscenza, dando vita, finalmente, a quell'intelligenza collettiva da sempre inseguita. Ama il cinema e Stanley Kubrick, il teatro e Samuel Beckett, lo sport e Roberto Baggio. Ha il vizio dell'Inter e un solo imperativo: amala! Ha già un impegno per la vecchiaia: finire di leggere i circa tremila volumi di cui si compone attualmente la sua personale biblioteca.