Matera nominata coordinatrice dell’assemblea soci siti Unesco

Per la prima volta il Comune di Matera coordinerà l’Assemblea dei soci dell’Associazione dei siti Unesco. La decisione è stata presa nei giorni scorsi all’unanimità dall’assemblea riunitasi nella prestigiosa cornice di Bagnaia di Siena. Lo rendono noto il sindaco, Salvatore Adduce, e l’assessore ai Sassi, Maria Pistone.

In precedenza il coordinamento era affidato al presidente dell’Associazione, ma nell’ultima riunione tutti i soci hanno espresso la necessità di separare i ruoli per rendere ancora più efficace l’azione dell’organismo rappresentativo dei siti Unesco.

L’Associazione delle Città e dei Siti Italiani Patrimonio Mondiale dell’Unesco è nata nel 1997 da una felice intuizione di sette amministrazioni comunali (Alberobello, Andria, Capriate San Gervasio, Ferrara, Matera, Ravenna e Vicenza) convinte dell’utilità di costruire una collaborazione con altre città e con altri soggetti per migliorare la capacità progettuale delle proprie realtà territoriali e sviluppare politiche di valorizzazione sulle quali far convergere capacità, competenze e responsabilità a più livelli. Il sodalizio, del quale fanno parte 53 soci fra Comuni, Province, Regioni, Comunità Montane ed Enti Parco, svolge un’intensa attività di sostegno alle politiche di tutela e di promozione dei territori insigniti del prestigioso riconoscimento Unesco e rappresenta uno dei principali interlocutori per tutti coloro che hanno a cuore lo straordinario patrimonio culturale e paesaggistico del nostro Paese. È riconosciuta ufficialmente dal Governo italiano ed è l’unico soggetto, oltre ai gestori dei Siti, che può beneficiare di specifici finanziamenti per la tutela, la gestione e la valorizzazione dei Siti Unesco italiani. Oltre alla rivista SITI, l’associazione pubblica la guida “Luoghi Italiani Patrimonio dell’Umanità” (un volume di circa 200 pagine a colori, giunto alla quarta edizione, che descrive sinteticamente tutti i Siti Unesco del nostro Paese), dispone di un sito web molto visitato (un milione e mezzo di contatti annui), partecipa attivamente e con successo a convegni e manifestazioni fieristiche e produce vari materiali promozionali. “Siamo molto orgogliosi di questa nomina – afferma l’assessore ai Sassi e vicesindaco, Maria Pistone – che ci carica di un’ulteriore responsabilità. L’associazione rappresenta un organismo importante perché mette in rete tutti i siti Unesco italiani, propone e realizza iniziative per migliorare e valorizzare il ricco patrimonio mondiale dell’umanità presente nel nostro Paese”.

“Questa responsabilità che ci è stata assegnata – afferma il sindaco, Salvatore Adduce – rappresenta il tangibile riconoscimento all’impegno che stiamo rimettendo in campo all’interno della rete dei siti Unesco italiani convinti che questo patrimonio storico, artistico e culturale non appartiene solo alle città che lo detengono, ma anche e soprattutto all’intera umanità. Diventa pertanto indispensabile che anche lo Stato faccia sentire la sua presenza nel percorso di gestione e valorizzazione. Il Comune di Matera ha recentemente approvato la bozza di piano di gestione che verrà prossimamente adottato in via definitiva”.

Print Friendly, PDF & Email