Gianni Rosa: Terzo Polo lucano pieno di contraddizioni

“Dopo aver letto il comunicato del senatore Digilio, nonché mio amico personale, riguardo alla futura convocazione degli Stati Generali del Terzo Polo in Basilicata, anche nel rispetto del massimo pluralismo che ben può portare al dibattito politico lucano, mi sovviene un dubbio di natura politica. La collocazione che avrà nella massima assise lucana il Terzo Polo, sarà il nuovo centro oppure un centro appendice della sinistra. La presenza di partiti del terzo polo (Udc e Api) nella coalizione di De Filippo è un dato di fatto che evidenzia in pieno tutte le contraddizioni esistenti. Il sen. Digilio può anche negarlo adesso, ma è un interrogativo al quale dovrà dare una risposta. In concreto cosa è il terzo polo? Opposizione a De Filippo ed al centrosinistra oppure una costola della maggioranza. Riguardo all’invito rivolto ai ‘tanti’ del Pdl insoddisfatti della strategia dei loro dirigenti, mi permetto di invitare l’amico Egidio, uomo di destra a ritornare invece nella sua casa di origine e alle radici della sua cultura che sono nel Popolo della Libertà, unico vero contenitore della destra lucana ed italiana. Chiedo al senatore del Fli, se reputa che i suoi compagni di viaggio Agatino Mancusi (UdC) vice presidente della Giunta regionale e Wilma Mazzocco assessore regionale, daranno mai un segnale di discontinuità rispetto alla loro collocazione attuale? Crede il senatore Digilio che lasceranno la maggioranza delle sinistre e il loro potere per un’avventura autonoma da Terzo Polo? Personalmente non ci credo e lo considero impossibile. Intanto, in Consiglio regionale il colpo lo batte il Pdl, chi sono gli ignavi lasciamo decidere ai cittadini.”

Print Friendly, PDF & Email