Le iniziative del Comitato Dante Alighieri Montemilone-Venosa

melfiInizia l’incontro/gemellaggio tra il Comitato Dante Alighieri Montemilone-Venosa e quello di Zurigo. L’idea nasce nell’ambito del progetto “Conosciamo la Basilicata” promosso e organizzato al fine di promuovere e valorizzare il patrimonio monumentale, storico e paesaggistico. Il comitato Montemilone-Venosa è uno dei 87 comitati presenti in quasi tutte le province d’Italia che promuovono corsi di italiano, con certificazione “Plida” (Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri) rilasciato dalla omonima società che attesta la competenza in lingua italiana come lingua straniera secondo i livelli proposti dal Quadro comune europeo di riferimento per le lingue.

La società “Dante Alighieri”, come si legge nel suo Manifesto si propone come una rete di incontro al fine di tutelare e diffondere la lingua e la cultura italiana nel mondo ravvivando i legami spirituali dei connazionali all’estero con la madre patria e alimentando tra gli stranieri l’amore e il culto per la civiltà italiana”. Un progetto nobile che si sta propagando nel tessuto sociale non solo a livello nazionale ma internazionale grazie all’impegno dei singoli comitati che stanno intessendo reciproci rapporti di cooperazione, pur rimanendo indipendenti e agendo specificatamente ognuno sul proprio territorio interfacciandosi come una finestra dialogica con la madrepatria, con la propria terra d’origine, ma anche proiettandosi verso nuovi lidi culturali, esplorando nuove radici. In questo disegno di divulgazione della lingua italiana (attraverso il sussidio di scuole, biblioteche, circoli e scuole) si interseca la attività del Comitato “Dante Alighieri” Montemilone-Venosa che ha come fine la scoperta, divulgazione, della lingua italiana come scaturigine di una identità sociologica in una globalità sempre più transnazionale.

Attraverso conferenze, escursioni culturali, manifestazioni artistiche e musicali, presentazioni di libri concorsi, bandi, premi e borse di studio, in conformità proprio con le idee guida della società, partendo solo come punto iniziale dall’illustre poeta fiorentino trecentesco, ma allargando il discorso ad altri poeti, artisti, scrittori che hanno un forte legame con il territorio di appartenenza, nello caso specifico con il vulture-melfese. Partiamo dall’iniziativa che si svolgerà dal 3 al 5 luglio. Una ventina di svizzeri visiteranno la terra lucana in una full immersion di tre giorni. Il giro della Basilicata inizierà il 3 luglio, quando il gruppo, guidato da Susanna Sguaitamatti, presidente onorario del Plida (Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri) che contribuisce alla diffusione della lingua con corsi di Italiano in Svizzera, scenderà in aereo a Bari e con un pullman si sposteranno lungo il versante sud della Lucania.

Gli svizzeri visiteranno Matera, Policoro e Metaponto per estendersi lungo la dorsale delle Dolomiti, attraversare da una sponda all’altra tutta la Basilicata per giungere in serata a Venosa. Il 4 luglio l’itinerario esplorativo e conoscitivo si fermerà nella città oraziana, dove gli svizzeri, con l’ausilio di una guida turistica, visiteranno in mattinata le Catacombe ebraiche e il Parco Archeologico e nel pomeriggio il Castello, il Museo Archeologico e la Casa di Orazio.

Qui il gruppo svizzero si unirà ai soci e agli organizzatori del Comitato “Dante Alighieri” per proseguire verso Montemilone dove si amalgameranno con tutte le associazioni di volontariato presenti sul territorio per trascorrere una serata in compagnia in mezzo ad una grigliata di assaggi di prodotti tipici locali. Il 5 luglio il viaggio prosegue con la meta conclusiva: Monticchio con la visita alla Chiesa di San Michele e al Monte Vulture, anche in questo caso congiuntamente a una guida.

L’itinerario finirà nuovamente a Venosa dove, dopo l’ennesimo pernottamento, ripartiranno alla volta di Bari dove prenderanno il volo per la Svizzera. <<Se riusciamo a fare cultura nel modo giusto rimarrà un segno importante nel nostro territorio. E genereremo un indotto economico anche per la città di Venosa>> ha commentato il presidente del Comitato “Dante Alighieri” Montemilone-Venosa dopo averci descritto minuziosamente tutto il percorso. Un piccolo segnale, un imprinting, che può diventare il solco da attraversare per comprendere cosa significa davvero fare cultura a Venosa. Tra le altre attività che si svolgeranno nei mesi estivi campeggia un concorso di poesie dedicato a tutte le penne sensibili che hanno un forte legame con la propria terra d’origine. Il bando che ha una caratura nazionale e internazione comprenderà il periodo dal 1 al 31 luglio e avrà come leit motiv “Il canto poetico per il luogo natio”.

In seguito, ci sarà una selezione e le migliori liriche saranno premiate con una premiazione che si svolgerà entro settembre. Inoltre, ad agosto, per saldare e fortificare i rapporti tra i soci del comitato sarà previsto a contatto con la natura che avrà come itinerario Brindisi di Montagna e il Cinespettacolo della Grancia. Si proseguirà il 17 agosto con la Notte Bianca a Montemilone, prevista nella programmazione dell’estate montemilonese, a cui il Comitato “Dante Alighieri” parteciperà con una serata culturale impreziosita dalla presentazione del libro di un poeta lucano.

Print Friendly, PDF & Email
Marianna Gianna Ferrenti

Marianna Gianna Ferrenti

Laureata specialista in Teoria e Filosofia della Comunicazione e magistrale in Scienze Filosofiche e della comunicazione. Iscritta dal 2012 all’Ordine Nazionale dei Giornalisti (elenco pubblicisti della Basilicata), collabora con Il Lucano Magazine e Il Quotidiano della Basilicata dal 2009. Si occupa delle notizie relative al territorio del Vulture Melfese.