Pino Mango: «Amo tutti i difetti della Lucania»

Umile e determinato, disponibile e generoso, sono queste le caratteristiche di una indole sfaccettata che rende Pino Mango un lucano DOC. Una personalità riservata, al punto giusto, ma che si sbottona dinnanzi al pubblico della sua terra.

Ed è proprio quel riserbo e ritegno che caratterizza il popolo lucano che si rispecchia in un vero artista che, dopo lunghi anni di una luminosa carriera nel firmamento della grande musica italiana, ha confermato, anche a Melfi, il segreto per rimanere indenne ai vezzi dello spettacolo e dello show business: rimanere se stessi senza costruzioni retoriche. Ed è questa la vena portante dell’ultimo disco L’amore è invisibile in cui scorre la sua lucanità.

Come, del resto, in tutti i lavori di Mango, lui stesso ha voluto rimarcarlo, c’è sempre una sorgente viva della sua appartenenza alla Basilicata che si respira nelle immagini, nei profumi e nei sapori che le sue canzoni evocano. L’ultimo album L’amore è invisibile è la sintesi di un percorso che da alcuni anni ha portato a una svolta la carriera artistica di Pino Mango, quella da interprete a cantautore.

“Io associo l’amore al sentimento che si prova quando
Mangosi viene a contatto con l’anima – ha detto Mango – ed è quel sentimento che emerge anche quando penso alla mia terra, la Basilicata” intercalando ad ogni domanda dei giornalisti e dei cittadini che sono intervenuti risposte chiare e semplici, limpide e trasparenti.

Una prima, una seconda e una terza sequenza dialettica, fra quesiti, considerazioni e riflessioni, grazie ai quali egli ha messo a nudo la sua anima, facendo conoscere molti lati della sua personalità spronato dagli interventi dell’amico Giampiero Francese che lo conosce bene, negli aspetti un po’ più privati.

“Finora mi hanno sempre chiesto cosa significa per me essere lucano ma nessuno mi ha mai chiesto quanto non abbia contato la Lucania nel mio percorso. Il mio modo di essere lucano – ammette – sta anche nel modo di evadere. Per amarla bene devo riconoscerne anche i suoi difetti. E io amo tutti i suoi difetti”.

Pino Mango ci lascia, stroncato da un infarto, durante un concerto di beneficenza a Policoro mentre la sua voce inimitabile stava intonando Oro.

Print Friendly, PDF & Email
Marianna Gianna Ferrenti

Marianna Gianna Ferrenti

Laureata specialista in Teoria e Filosofia della Comunicazione e magistrale in Scienze Filosofiche e della comunicazione. Iscritta dal 2012 all’Ordine Nazionale dei Giornalisti (elenco pubblicisti della Basilicata), collabora con Il Lucano Magazine e Il Quotidiano della Basilicata dal 2009. Si occupa delle notizie relative al territorio del Vulture Melfese.