Le ambizioni della Sinus Pattinomania Matera

Tra le tante realtà della Città dei Sassi, una che è consolidata nel tempo, nel panorama sportivo cittadino e regionale, è certamente la Pattinomania Matera. La storia dell’hockey materano parte da lontano, nei primi anni Ottanta, prima con la gloriosa Rotellistica Matera e da alcuni anni con, appunto, la Pattinomania.
L’hockey a Matera muove i suoi primi passi, anzi fa ruotare le sue rotelle, sulla “pista del boschetto” su iniziativa di Enzo Viti. Da una semplice passione nasce poi una squadra che negli anni scala le graduatorie e vince i campionati fino ad arrivare in serie A2. Negli anni il settore giovanile inizia a sfornare campioni che fanno le fortune, oltre che del Matera, anche di club

1

più blasonati del nord Italia, vincendo scudetti ed essendo protagonisti con la maglia della Nazionale.
Un anno che rimarrà per sempre inciso nella memoria degli hockeysti materani è sicuramente il 2011, stagione nella quale mister Michele Barbano conduce alla promozione in massima serie una squadra formata da tutti atleti materani. Da quel momento in poi è solo grande hockey. Con qualche sofferenza arrivano le salvezze nel più alto campionato nazionale, attraversando anche le varie fasi della crisi economica.
Nella scorsa stagione è arrivata la salvezza con la guida tecnica di Pino Marzella, grande giocatore del passato (soprannominato “Maradona dell hockey”), che ha portato la Pattinomania sulla ribalta nazionale anche per aver schierato e fatto giocare nella prima volta nella storia del campionato italiano una ragazza nel torneo maschile: si tratta di Maria Teresa Mele, già giocatrice della Nazionale femminile e prima donna della storia dell’hockey italiano a “sfidare i maschi”.
Ovviamente questa salvezza ha fatto meritare a Marzella la riconferma e la società di Xiloyannis ha fatto un grande sforzo facendo rientrare in squadra due materani illustri della disciplina: Valerio Antezza e Sergio Festa.
Ma adesso in casa Pattinomania soffia una nuova aria, ed è un’aria ambiziosa. Infatti a cavallo tra le festività natalizie e l’inizio del nuovo anno è entrato in società Gaetano Casino, portando il marchio Sinus sulle maglie della squadra di Pino Marzella. E come cadeaux Sinus ha portato a Matera altri due giocatori Di Donato e soprattutto Massimo Tataranni, altro materano che ha fatto le fortune di molte formazioni, vincendo più volte la stecca d’oro, oltre che vincere l’Europeo, nella scorsa estate, con la Nazionale.
In pratica con l’arrivo di Sinus Matera ha ricreato il trio delle meraviglie, riportando a casa i “tre tenori”. Ma le ambizioni della Sinus Pattinomania Matera non si fermano qui. Con questi innesti l’asticella di questa stagione è stata alzata, puntando ad un posto nei play off, ma soprattutto si stanno gettando le basi per creare una grande formazione per il futuro. Tanto che, alla vigilia del derby (poi vinto) con il Giovinazzo, sono arrivare le riconferme anche per la prossima stagione di Antezza e Tataranni.
“Non possiamo che essere soddisfatti per l’accordo raggiunto con Tataranni e Antezza che vestiranno la maglia della Sinus anche per la prossima stagione sportiva – spiega il presidente del sodalizio materano, Gaetano Casino.

Maggiori informazioni ne Il Lucano Magazine in edicola!

Print Friendly, PDF & Email
Antonio Mutasci

Antonio Mutasci

Giornalista. Amante di sport, musica, cinema, tecnologia e della buona cucina. Il resto... si vedrà...