La promozione del Picerno in serie D

L’avventura dell’AZ Picerno nel campionato di Eccellenza ha trovato un lieto fine. Un risultato atteso, ampiamente pronosticabile già nel pre-campionato ma non per questo raggiunto in maniera semplice e senza sacrifici. La squadra di mister De Pascale ha dovuto attendere 29 giornate per mettere il punto esclamativo ad una stagione che, alla fine, le ha reso giustizia e le ha consegnato la tanto agognata promozione nel Campionato Nazionale Dilettanti. Ne ha messe in fila quindici il Picerno! Tante erano le avversarie che ha dovuto affrontare l’undici rossoblu lungo il suo cammino, per due volte, tra andata e ritorno.

E allora proviamo a ripercorrere le tappe di questo trionfo che affonda le radici in data 7 settembre 2014, prima giornata di campionato, quando la compagine melandrina si sbarazzava tra le mura amiche del Tursi Rotondella con le reti di Pistone e Perna. Un impegno tutto sommato agevole che viene superato senza relative difficoltà. Non sarà così in casa del Pomarico, dove i picernesi riusciranno ad ottenere un solo punto grazie ad un rigore trasformato da Esposito che pareggia i conti con la rete iniziale di Dobrozi: è la testimonianza che il campionato sarà lungo e non privo di insidie. La terza giornata segna la vittoria interna, di misura, contro il Villa D’Agri: finirà 3-2 con i primi due squilli10428083_930418440312661_858260212812679920_n nel torneo di Sandrino Serritella, bomber e trascinatore della squadra. La vittima designata della quarta giornata è il Lavello, superato di slancio per 1-4 in trasferta. Il medesimo risultato, questa volta in casa, si materializza contro il Real Tolve, dove un tripletta di uno scatenato Serritella ed il sigillo di Bacio Terracino, oltre alla rete ospite di Pietrafesa, conducono in porto la gara sul 4-1. Nella sesta giornata una piccola frenata in casa della Vultur, quasi premonitrice di quello che sarà lo scontro al vertice che deciderà il campionato, con la partita che termina su uno spettacolare 3-3. Il settimo turno è di quelli che ti lasciano a pancia piena, con un 4-0 che non ammette repliche sul malcapitato Pisticcimarconia. Nonostante l’abbuffata, il Picerno non è sazio e si sbarazza per 2-0 della Soccer Lagonegro nell’ottavo matchday del campionato grazie alle reti di Vukcevic e Casale. Si giunge così alla nona giornata dove un ostico Vitalba impone sul proprio terreno di gioco l’1-1 ai malandrini con Serritella che pareggerà il rigore iniziale trasformato da Benedetto. Ritornata al “Donato Curcio” di Picerno la formazione di mister De Pascale riprende 19596_931335990220906_3153041452015121411_nil proprio percorso con un 4-0 netto ai danni del Moliterno concedendo la replica con medesimo risultato, sette giorni dopo sul campo del Viggiano. La dodicesima giornata sancisce la preziosissima vittoria sul Real Metapontino per 1-0 con eroe di giornata il solito Serritella. Non va così a Muro Lucano dove i locali della Murese 2000 Aurora impongono lo 0-0 ai rossoblu che però si ridestano nel turno successivo superando per 4-0 il malcapitato Latronico. Il quindicesimo turno vede il Picerno imporsi ad Oppido Lucano contro l’insidioso Angelo Cristofaro di mister Manniello per 0-1 con la marcatura del solito, implacabile Serritella. Al giro di boa si profila, dunque, una lotta a quattro tra l’Az Picerno, la Vultur, il Real Metapontino e l’Angelo Cristofaro. I primi due turni vedono i melandrini imporsi senza difficoltà sul Tursi Rotondella e sul Pomarico (0-2 ed 8-0 i successi nelle rispettive partite per i rossoblu). Meno agevole la vittoria di Villa D’Agri della diciotessima giornata in cui i locali vengono piegati per 1-2 grazie alla doppietta di Esposito (di cui una su calcio di rigore). Il 4-1 sul Lavello e la vittoria esterna per 1-3 sul campo del Real Tolve certificano con sicurezza che la compagine picernese ha tutte le carte in regola per potersi aggiudicare il campionato, ma è la ventunesima giornata che sancisce la firma su questa ipotesi.

L’articolo integrale nel Lucano Magazine in edicola!

Print Friendly, PDF & Email
Carmine Viggiano

Carmine Viggiano

Si occupa di giornalismo sportivo da alcuni anni, con particolare interesse per il calcio e il ciclismo. Ha collaborato per vari media, tra cui La Nuova del Sud, La Nuova TV, ilveromilanista.it, ilcalciomagazine.it, spaziociclismo.it, jalsport.it e Radio Color. Collabora con il Lucano Magazine da Marzo 2015.