“Dolomiti Rocks” la nuova attrattiva delle Dolomiti Lucane

Dopo il Volo dell’Angelo a Castelmezzano e Pietrapertosa arriva una nuova attrattiva: Dolomiti Rocks. Sabato 11 luglio i sindaci dei due borghi hanno inaugurato ed aperto la più grande attrattiva della stagione turistica: la Via Ferrata, appunto, Dolomiti Rocks.

L’entusiasmo è tangibile nei due borghi ed è evidente soprattutto nei due sindaci. Il primo cittadino di Castelmezzano, Nicola Valluzzi, ha affermato: “Si realizza un progetto partito nel lontano 2001, questo nuovo attrattore crea ilviaferrata-salemm-castelmezzano presupposto per vivere la montagna in maniera diversa da come noi l’abbiamo sempre vissuta. La realizzazione della Via Ferrata amplia l’offerto turistica in una realtà che sta vivendo un momento entusiasmante”. Per Pasquale Stasi, sindaco di Pietrapertosa, “Finalmente dopo anni di duro lavoro, tra permessi e realizzazioni della Via Ferrata, è giunto il momento di coronare un sogno che permeterà ai nostri comuni di continuare a crescere grazie al turismo”. L’attrattiva, promossa all’Expo, ha già riscontato parecchio interesse sia tra gli esperti del settore che tra tanti giovani e turisti.

La Via Ferrata è un percorso attrezzato per scalare le Dolomiti Lucane raggiungendo punti altrimenti inaccessibili e scoprendo l’estrema bellezza di questi territori. I due percorsi si articolano lungo le dorsali rocciose di Castelmezzano e Pietrapertosa e sono state classificate come EEA poco difficile. I due rami del percorso partono dal ponte romano, una grande radura a valle del Rio di Caperrino (affluente del Basento), viaferrata-marcirosa-pietrapertosanelle vicinanze dell’area attrezzata “Antro delle Streghe” e salgono l’uno verso Castelmezzano, Via Ferrata Salemm, e l’altro verso Pietrapertosa, Via Ferrata Marcirosa. Il punto di partenza è .

La Via Ferrata Salemm ha una lunghezza di 1.731 metri ed un dislivello di 249 metri, mentre, la Via Ferrata Marcirosa è lunga 1.778 metri con un dislivello di 331 metri. L’attrezzatura minima consigliata consiste in un casco per alpinismo, un’imbracatura, unset completo da ferrata a Y con assorbitore di dissipazione dell’energia di caduta e due connettori (per ferrata) tipo K, guanti e scarponi da ferrata. Presso la biglietteria del Volo dell’Angelo è possibile anche noleggiare l’attrezzatura necessaria. Altre notizie sul sito dedicato alle Dolomiti Lucane.

Print Friendly, PDF & Email
Redazione

La Redazione

la Redazione del Lucano Magazine - Attualità, Politica, Economia, Turismo e Sport in salsa Lucana

,