Educazione alimentare e sportiva, l’azienda materana Di Leo Pietro Spa promuove un progetto per le scuole baresi

Saranno circa seicento gli alunni delle scuole “Perone-Levi” ed “Eleonora Duse” coinvolti nel progetto di educazione alimentare e sportiva Il buongiorno si vede dal mattino, promosso dall’azienda Pietro Di Leo Spa in collaborazione con l’assessorato allo Sport del Comune di Bari.

Il progetto è stato presentato a Palazzo di Città da Pietro Di Leo, amministratore unico dell’azienda, dall’assessore allo Sport Pietro Petruzzelli, da Rosa Grazioso, consigliera incaricata del Sindaco per il supporto alle attività culturali nelle scuole dell’obbligo, e da Maria Cristina Portulano e Gerardo Marchitelli, dirigenti scolastici degli istituti coinvolti.

“In questo progetto destinato per la prima volta alle scuole baresi – ha detto l’assessore Petruzzelli – si coniugano l’impegno dell’azienda Di Leo nel sostenere l’importanza di una sana alimentazione e l’obiettivo di questa amministrazione nel promuovere lo sport, coinvolgendo tutte le fasce d’età. In questo caso cercheremo di invogliare alla pratica dello sport i più piccoli presentando loro esempi sportivi da seguire. Infatti agli incontri nelle due scuole saranno presenti, oltre alla nutrizionista, i pallavolisti Giulio Sabbi e Daniele De Pandis della squadra Pallavolo Molfetta (superlega) e Meo Sacchetti, allenatore dell’Enel Basket Brindisi (serie A), che faranno da testimonial.”

“Due le date in programma: il 6 aprile alla Duse e il 7 alla Perone-Levi – ha illustrato Rosa Grazioso -. Durante gli incontri è prevista la presenza di una nutrizionista che spiegherà ai bambini l’importanza di una sana e corretta colazione, abbinata ad una continua attività sportiva, attraverso l’utilizzo di slide dinamiche e giochi, con l’obiettivo di coinvolgere gli alunni rendendoli partecipi e non semplici spettatori. A tutti gli alunni verranno consegnati dei kit per una colazione corretta e una cartolina per poter partecipare ad un concorso grafico abbinato al progetto”.

“Siamo lieti di promuovere ancora questa iniziativa che, partita e sperimentata con successo in altre città, oggi approda a Bari – ha dichiarato Pietro Di Leo -. Contiamo di proseguire su questa strada e di coinvolgere un numero sempre maggiore di scuole e ragazzi. La scuola diventa, infatti, un importante volano per una corretta educazione alimentare; lo sport, in particolare quello agonistico, praticato in maniera sana, è un grande maestro di vita e la presenza di testimonial sportivi d’eccezione rappresenta, per questi ragazzi, un modello da seguire. Ad arricchire l’iniziativa la presenza di una nutrizionista che spiegherà l’importanza di una corretta e sana alimentazione, a partire dalla prima colazione. Ben sette milioni di italiani hanno dichiarato di non fare colazione o di farla fugacemente, bevendo solo un caffè. È importante quindi invertire questa tendenza a partire dalle giovani generazioni”.

Maria Cristina Portulano e Gerardo Marchitelli, dirigenti scolastici dei due Istituti, hanno sottolineato la valenza educativa della formazione promossa da un privato e dalla scuola che, insieme, sostengono percorsi di crescita per quelli che saranno i cittadini del futuro.

I dati del ministero della Sanità sull’alto tasso di obesità infantile in Italia registrano che il 20,9% dei bambini sono in sovrappeso, il 9,8% in condizione di obesità, il 18% pratica sport solo un’ora a settimana, l’8% salta completamente la prima colazione o la fa in maniera non adeguata (31%). I dati più alti e significativi si registrano nelle regioni del Sud e del Centro Italia.

Print Friendly, PDF & Email
Redazione

La Redazione

la Redazione del Lucano Magazine - Attualità, Politica, Economia, Turismo e Sport in salsa Lucana