“il piu bel giorno della mia vita” racconta la società dell’apparenza

Ciak Basilicata in collaborazione con la Regione Basilicata, da un’idea e con il coordinamento da Cinemada mare ha dato vita a cinque cortometraggi con un cast di giovani talenti lucani.

I corti girati esclusivamente in Basilicata sono cinque: “Il più bel giorno della mia vita”, “Ultimo Amore”, “Fuori Orario”, “Frammenti “ e “Pietre Fredde”.

Uno di questi corti “Il più bel giorno della mia vita” racconta la società dell’apparenza. Soggetto e regia di Dino Santoro, con sceneggiatura di altri tre lucani doc: Gianfranco Grieco, Rocchina Allegretti e Emanuela Ferrara. I vestiti sono stati disegnati e realizzati dalla costumista di Rimini, ma di origini lucane Paola Mazzei che considera la moda una risposta ad un’ esigenza personale di ricercare la bellezza in ogni oggetto e farla propria come si può vedere nel suo blog http://paoaccessoriabiti.blogspot.it/ .

Nel corto “Il più bel giorno della mia vita” la costumista ha realizzato gli abiti proprio in base al suo concetto di moda; trasmettendo la personalità dei personaggi in ogni vestito. Come si evince dagli abiti e da tutto il contesto è una ironica e cruda analisi e messa in scena delle leggi non scritte, nella società dell’apparenza.

Le riprese della commedia d’autore ” Il più bel giorno della mia vita”sono state fatte in due location: Brienza e Matera in una chiesa di campagna San Salvatore Timmari in una torrida giornata d’agosto. Nell’ottica del “si fa ma non si dice”, si alternano le microstorie di tutti i personaggi accompagnati da due protagonisti principali: il caldo e l’ attesa. La giovane sposa, l’avido prete, la suora edonista, le vecchiette del paese, la femme fatal, i testimoni degli sposi, i parenti, i vari invitati e lo stesso sposo raccontano con colpi di scena e umorismo quasi pirandelliano una storia senza tempo dove i clichè di una società corrotta e qualunquista sfilano sulle note della marcia nuziale che è il palcoscenico di tutta la vicenda.

Il trailer del corto è stato presentato all’excelsior a Venezia 69, una volta ultimato farà il giro di festival nazionali ed internazionali, con lo scopo di dare visibilità ai talenti lucani.

Print Friendly, PDF & Email

Elisa Casaletto

Laureanda in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli Studi della Basilicata. Iscritta da Febbraio 2014 all’Ordine Nazionale dei Giornalisti (elenco pubblicisti della Basilicata). Per due anni consecutivi è stata la conduttrice del programma di calcio “A Bordo Campo”, su Radio Color. Collabora con il Lucano Magazine da Dicembre 2011, dove pubblica articoli all’interno della rubrica Fashion Style su tutto ciò che riguarda la moda (costume, società, tendenze). Si occupa di: attualità, eventi, pubblicazioni, cultura e sport.