Arisa vince, cantando Controvento

ArisaCe l’ha fatta. Dopo quattro apparizioni sul palco dell’Ariston, Arisa sbaraglia la concorrenza e si aggiudica la 64.esima edizione del Festival di Sanremo. Il suo percorso artistico testimonia che la cantante di Pignola è l’idealtipo della cantante sanremese. Arisa è imprevedibile e sentimentale. E poi c’è Pignola che ha subìto l’invasione delle troupe televisive, pronte a carpire ogni segreto della cantante trasformandosi in set a cielo aperto.

Noi lucani conosciamo bene la storia di Rosalba. Lei, ragazza del sud, incarna alla perfezione il ruolo di chi ce l’ha fatta in un mondo in cui bisogna sgomitare per non farsi schiacciare. Lei è cristallina, forse con qualche bollicina ma senza l’aggiunta di pozioni o intrugli magici. Il suo meritato successo è frutto del lavoro, della testardaggine e di un po’ di incoscienza.

A Domenica In ha pianto in diretta quando le hanno mostrato un video in cui la mamma le faceva i complimenti. É scappata dal palco, infrangendo ogni protocollo televisivo e mandando all’aria la liturgia impastoiata del tubo catodico. In barba a ogni logica pubblicitaria e di auditel.

Il nostro servizio ne “Il Lucano Magazine” in edicola!

Print Friendly, PDF & Email
Giovanni Gallo

Giovanni Gallo

Laureato in comunicazione multimediale, giornalista ed esperto di comunicazione. Ipertecnologico, la cosa che non può mancare nella sua vita è internet. È sempre più convinto che la rete realizzi gli ideali illuministici della conoscenza, dando vita, finalmente, a quell'intelligenza collettiva da sempre inseguita. Ama il cinema e Stanley Kubrick, il teatro e Samuel Beckett, lo sport e Roberto Baggio. Ha il vizio dell'Inter e un solo imperativo: amala! Ha già un impegno per la vecchiaia: finire di leggere i circa tremila volumi di cui si compone attualmente la sua personale biblioteca.