“Le notti della magia” ad Albano di Lucania

La seconda edizione de “Le notti della magia”, organizzata dall’amministrazione comunale con l’aiuto di associazioni e volontari, coordinata da Prometa Servizi, si terrà ad Albano di Lucania dal 29 al 31 Agosto.

Il percorso (che ripercorre quello dell’antropologo Ernesto De Martino) all’interno del centro storico del paese delle Dolomiti Lucane, si dipana in un’atmosfera resa buia e tetra, in maniera tale da poter rivivere sia il grigiore dell’epoca rievocata, sia la bellezza e la crudezza dei documentari proiettati in molti angoli nascosti del borgo, filmati in bianco e nero che riflessi tra le mura pallidamente intonacate delle case, ripropongono le giornate della vita di campagna lucana, in epoche in cui, portare il tozzo di pane a casa, era un ambito premio alla giornata di duro lavoro: si potranno quindi comprendere meglio, i forti legami instaurati nei confronti di superstizioni e di riti magici, come unica speranza per il miglioramento della qualità della vita.

Dopo la visita della mostra sulla vita rurale degli anni ’50, attraverso gli storici scatti del fotografo Franco Pinna, si ci cala anche sulla realtà del borgo d’oggi, all’interno di piazzette ed angoli, scelti con cura, per segnare il passaggio all’interno dell’itinerario eno-gastronomico (ndr.: ottima la qualità delle pietanze proposte, con molti piatti di prodotti podolici), per una tre giorni, che a corredo delle serate offre un concerto di musica (ieri è stato il turno de  Le Ninfe della Tammorra, oggi si esibiranno i Kama Fei, e domani chiuderanno l’evento i Musicamanovella), ed il processo d’inquisizione alla strega, con la sua conseguenziale sentenza di condanna, ed il rogo finale, che sancirà la chiusura della manifestazione.

 

Print Friendly, PDF & Email
Marianna Figliuolo

Marianna Figliuolo

Salve a tutti mi chiamo Marianna, sono laureata in Scienze della Comunicazione ed ora sto proseguendo il mio percorso universitario con la laurea magistrale in Scienze Filosofiche della Comunicazione all’Università degli studi della Basilicata. Studiare l’attualità vicina e lontana, curiosare, chiedere, capire il più possibile per poi spiegare agli altri ciò che si è compreso mi è sempre piaciuto. Quella del giornalista è una professione che mi interessa e che attrae molti giovani a cui piace scrivere e viaggiare, ma il giornalismo non è solo questo, è soprattutto curiosità per le persone, gli eventi, per la realtà che ci circonda, ed è poi indubbiamente “notizia”. È questa idea che mi ha avvicinata a quello che poi dal 2011 è diventato il mio percorso di collaborazione con La Nuova Del Sud e che oggi continua con Il Lucano Magazine.