Un artista ribelle – dal Venezuela a Marsico Nuovo, il suo talento attraversa il mondo

Rodrigo Figueredo in arte CHAKAL a.k.a. Hombre Radikal è un rapper e pittore di origine venezuelana, nato a Caracas nel 1978. Nel 1995 si è trasferito con la sua famiglia in Svizzera e da circa due anni vive a Marsico Nuovo, paese d’origine della madre. Il suo talento attraversa il mondo e la voce della sua arte ha un tono rivoluzionario, i suoi quadri e le sue canzoni sono sempre dei messaggi per l’umanità e i temi trattati sono dai sentimenti personali a quelli politico-sociali con l’elemento predominante della ribellione. Il suo talento è innato, infatti, da sempre ha avuto la passione per la pittura e per il canto.

La sua carriera da rapper è iniziata nel 1998 con il gruppo “Los de salsa”, uno dei tre gruppi più importanti della prima generazione di hip-hop della Svizzera, poi ha continuato il suo percorso individuale come Chakal. Parla e rappa in tre lingue spagnolo (lingua miami expomadre), francese e inglese. In Italia precisamente a Marsico Nuovo ha girato due singoli; uno interamente “I GOT SOUL” per promuovere il paese e l’altro in parte associato ad altre locations “AHORA SI SE”. Oltre all’Italia le riprese delle sue canzoni sono state fatte in Usa, Svizzera e Venezuela. Dal 2013 ha abbandonato il mondo del rapper per dedicarsi interamente a quello della pittura, anche se ha iniziato a dipingere dall’età di sedici anni.

I suoi quadri sono stati esposti in Svizzera, Usa e Italia, in quest’ultimo paese sia a Salerno che a Potenza. A Salerno nel 2014 ha vinto il premio “Alfonso Grassi” con il dipinto “Batalla” che è la rappresentazione più simbolica della rivoluzione studentesca in Venezuela e nel 2015 con” The dance of Kobane’s Amazons”, entrambi pubblicati dalla BBC nel Dicembre del 2014. A Potenza invece, dal 12 Marzo al 12 Aprile 2015 ha partecipato con due delle sue opere in una mostra, su un incontro sul tema “insieme, oltre ogni frontiera per costruire la pace!”
Per capire meglio le sue canzoni, i suoi dipinti e le sue idee gli ho posto alcune domande.

Il tuo singolo “Ahora si sé” è stato girato in tre posti molto differenti tra loro: Miami, Svizzera e Val d’Agri (Basilicata, Italia); perché hai scelto proprio queste tre locations?
Mi piaceva l’idea di fare contrasti forti. Ho voluto far vedere tre realtà dove la vita può essere molto diversa (Miami è urbano, la Svizzera è mistico e la Val d’agri è rurale). Il denominatore comune nel video è il mio viso che si alterna nei vari luoghi. Parla di capire il cammino che fai, capire qual è la tua destinazione.

Quali dipinti hai esposto a Potenza e cosa esprimono?
The dance of Kobane’s” e “Alien Love”. Il primo dipinto è un tributo alle donne combattenti curde, mentre il secondo “Alien Love” lo reputo più pertinente alla mostra perché oltre a combattere, queste donne hanno anche voglia di essere amate e voglia di amare proprio come il tema dell’incontro cioè accettare le differenze e la pace.

L’intervista completa sul Lucano Magazine in edicola!

Print Friendly, PDF & Email

Elisa Casaletto

Laureanda in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli Studi della Basilicata. Iscritta da Febbraio 2014 all’Ordine Nazionale dei Giornalisti (elenco pubblicisti della Basilicata). Per due anni consecutivi è stata la conduttrice del programma di calcio “A Bordo Campo”, su Radio Color. Collabora con il Lucano Magazine da Dicembre 2011, dove pubblica articoli all’interno della rubrica Fashion Style su tutto ciò che riguarda la moda (costume, società, tendenze). Si occupa di: attualità, eventi, pubblicazioni, cultura e sport.