Dal chicco al pane: la fattoria didattica di CA’ Gerardicchj

L’odore del pane lo riconosceresti ovunque. Aleggia nell’aria quando cammini senza una meta, quando lo compri in panetteria e, benché sia avvolto dalla carta, Articolo Pane 3pervade le tue narici e vorresti che non smettesse di profumare mai. Non puoi fare a meno del suo sapore. È un gusto semplice, proprio come semplici sono i suoi ingredienti. Contiene il giusto equilibrio tra farina, acqua, lievito e sale. La preparazione del pane richiede passione, impegno e voglia d’imparare.

Questo è ciò che intende trasmettere la fattoria Ca’ Gerardicchj ai bambini della scuola dell’infanzia, della scuola elementare e della scuola media. La fattoria Ca’ Gerardicchj è un’azienda dedita alla coltivazione dei cereali (frumento, mais, avena) e alla molitura degli stessi mediante l’impiego di un piccolo mulino a pietra con struttura portante lignea. L’Azienda Agricola è ubicata in C.da Giarrossa (Pz), mentre la trasformazione dei cereali avviene a Potenza, in Via della Chimica, luogo in cArticolo Pane 2ui si svolgono le attività della fattoria didattica, in contiguità con il Forno delle Sorelle Palese. Il progetto ideato dalla fattoria didattica si chiama “Dal chicco al pane” e ha come obiettivo quello di tramandare alle nuove generazioni il rito dell’agricoltura contadina di un tempo. Lo staff è composto da Antonio Tammone (titolare della “Fattoria Gerardicchj”), dalla sorella Luisa (Tecnologa Alimentare) e da Elena Losasso (Psicologa clinica). In particolare, i bambini potranno apprendere le fasi della lavorazione dei cereali, le fasi dello sviluppo vegetale, imparare a distinguere i diversi tipi di cereali, gli attrezzi utilizzati, le metodologie impiegate, le tradizioni e i valori contadini, il confronto tra passato e presente. Impareranno a lavorare in gruppo e, divertendosi, prepareranno il pane.

La suddetta preparazione è scandita in cinque unità didattiche attuate nel corso di una mattinata. Tramite il “Gioco dei 5 sensi” si insegnerà loro a conoscere e riconoscere il frumento (tra altri cereali) e si mostrerà come da questo cereale, mediante la molitura, si ottiene la farina. Il laboratorio coinvolge la vista, il tatto, l’olfatto, l’udito e il gusto catturando la curiosità e la vivacità dei piccoli impastatori. Segue poi l’unità didattica denominata “Mettiamo le mani in pasta” grazie alla qualArticolo Pane 4e i bambini impasteranno delle pagnotte con farina, acqua, lievito madre e/o naturale e sale. La finalità della fattoria didattica è, soprattutto, quella di far capire ai bambini l’importanza di un’alimentazione sana fondata sui prodotti della cultura mediterranea riuscendo anche a far riscoprire loro le radici della cultura rurale. Per maggiori informazioni si può scrivere alla seguente e-mail: fattoriagerardicchio@gmail.com.

Print Friendly, PDF & Email

Debora Colangelo

Laureatasi in Lingue e Letterature Moderne europee ed americane, è diventata giornalista pubblicista a maggio del 2018. Nutre uno spiccato interesse per la letteratura italiana, francese, inglese ed americana. La lettura, la traduzione e il disegno sono le sue grandi passioni.