La Mela di Aism: il gusto della ricerca

3Combattere una malattia non è un’impresa facile. Infatti, sono ben 75 mila le persone colpite dalla Sclerosi Multipla in Italia. Grazie all’iniziativa “La Mela di Aism” ritorna l’impegno dei volontari per garantire un valido sostegno alla ricerca e per far concretizzare tutti i progetti di Aism a supporto delle persone con SM.

Presidente Arcieri, ci parli dell’associazione Aism in generale, di cosa si occupa e, in particolare, della sezione di Potenza.
L’Associazione Italiana Sclerosi Multipla, esistente sul territorio nazionale da oltre quarant’anni, si occupa di indirizzare, sostenere, promuovere la ricerca scientifica sulla Sclerosi Multipla, una malattia neurodegenerativa e demielinizzante di cui, ancora oggi non si conosce la cura perché non si conoscono le cause. Nel particolare, la sezione provinciale Aism di Potenza ha una storia relativamente più breve rispetto all’Aism nazionale dal momento che esiste, nella nostra regione, dal 1997 ma, nel corso di questi anni, ha fatto passi da gigante cercando di garantire una serie di servizi agli utenti affetti da SM che potessero contribuire a migliorare la loro esistenza, contando sull’aiuto di giovani volontari che dedicano un po’ del loro tempo alla nostra causa e periodicamente supportati anche dai partecipanti ai progetti di servizio civile che garantiscono un’assistenza più continuativa nell’arco di un anno.

Quali sono le attività svolte dall’associazione?
La sezione provinciale di Potenza cerca di essere più vicino possibile alle problematiche delle persone con SM 2garantendo i seguenti servizi: trasporto con mezzi attrezzati, visite mediche e ospedaliere, supporto all’autonomia della persona, disbrigo pratiche, organizzazione di eventi di informazione e di sensibilizzazione come convegni per dibattere sullo stato attuale delle cure contro la SM, attività ricreative di socializzazione per gli utenti e, negli ultimi anni, sono partiti due importantissimi servizi che l’associazione ritiene giusto dover pubblicizzare, ovvero lo sportello e l’infopoint. Per quanto riguarda il primo servizio, è possibile telefonare in associazione un giorno fisso a settimana, il martedì pomeriggio, e trovare risposta a quesiti che vengono in mente a persone con SM. Il servizio dell’infopoint si svolge nel corso delle visite ambulatoriali al reparto di neurologia dell’Ospedale San Carlo di Potenza. Qui i nostri volontari distribuiscono gratuitamente opuscoli contenenti informazioni sulla SM e danno informazioni anche sui servizi che la nostra associazione garantisce a chi ne fa richiesta. Fra le numerose attività svolte dall’Aism segnaliamo i seguenti eventi: la gardenia di Aism che, solitamente, si svolge in coincidenza con la festa della donna dal momento che la SM è una malattia che colpisce soprattutto le donne, la mela di Aism e Pedala con Aism che è una manifestazione ciclistica che serve per recuperare fondi per l’associazione.

Dove sarà possibile acquistare le mele Aism?
Sarà possibile acquistare le mele Aism il 10 e l’11 ottobre in vari paesi della provincia di Potenza e nelle loro parrocchie di riferimento. Gli esercizi commerciali che hanno aderito sono i seguenti: Piazza Mario Pagano, Azienda Ospedaliera San Carlo, Centro commerciale Galassia, Supermercato Carrefour via Nazario Sauro, Supermercato Carrefour via del Gallitello, Supermercato A&O via Mantova, Supermercato Pick Up via delle Acacie, Supermercato Pick Up via Consolini, Supermercato Crai via Messina, C/da Giuliano, Centro commerciale P1olo Acquisti Lucania Tito Scalo.

Che contributo concreto riesce a dare questa raccolta fondi?
Il contributo concreto è, primariamente, quello economico. La metà dei fondi è destinata alla ricerca scientifica e, quindi, sarà inviata al nazionale che la metterà a disposizione dei ricercatori affinché possano trovare cure per la malattia. L’altra metà sarà usata per finanziare la continuità dei servizi dell’associazione.

Print Friendly, PDF & Email

Debora Colangelo

Laureatasi in Lingue e Letterature Moderne europee ed americane, è diventata giornalista pubblicista a maggio del 2018. Nutre uno spiccato interesse per la letteratura italiana, francese, inglese ed americana. La lettura, la traduzione e il disegno sono le sue grandi passioni.