Convegno: “I reati in famiglia – aspetti giuridici e dinamiche familiari”

Si terrà il prossimo venerdì 4 dicembre presso il Museo Provinciale di Potenza, in via Ettore Ciccotti, il convegno “I reati in famiglia”. Aspetti giuridici e dinamiche familiari”, organizzato dai dipartimenti Legalità/Psicologia del Cad di Potenza in collaborazione con l’associazione AGL e con il patrocinio dell’Ordine degli Avvocati moderato dal giornalista Fabio Amendolara.

Negli ultimi anni si evincono dati sconcertanti rispetto ai delitti che si consumano tra le mura domestiche. Secondo l’Istat, la situazione italiana attuale sembra ricalcare un trend costante dove le vittime sono quasi sempre le donne. Nel 2010 le donne uccise sono state 156 a fronte delle 172 nel 2009. Nel 2003 il picco del decennio scorsfoto della locandinao, con 192 vittime. Circa il 70% di questi omicidi sono compiuti da partner o parenti, e solo nel 15% dei casi la vittima è un uomo.
I reati in famiglia esprimono la crisi profonda che sta attraversando la famiglia moderna e, con essa, la società: famiglie apparentemente perfette, mostrano macchie profonde di violenza e “non rispetto”, dove dinamiche “perverse” e distruttive si istaurano inconsapevolmente attraverso una mancanza assoluta di ascolto ed una comunicazione intrafamiliare ed extrafamiliare confusa e svalutante.
Il convegno si pone l’obiettivo di tracciare le linee giuridico-penali dei reati in famiglia, aprendo una riflessione storico-psicologica sulle cause che portano alcune famiglie ad immettersi in circuiti di violenza senza fine. Questo tipo di vicende trasgrediscono ogni legge morale e rappresentano il sintomo, quindi il fenomeno, prodotto da una famiglia che si è gravemente ammalata, disgregata, mostrando l’incapacità di ritrovarsi in se stessa.

Il convegno si aprirà con una riflessione storico-psicologica sulla famiglia e sui cambiamenti che essa ha subito negli ultimi decenni. La Psicoterapeuta Familiare Mariateresa Muscillo, nel suo intervento dal titolo “Violenza in famiglia: fenomenologia del funzionamento e delle dinamiche familiari”, cercherà di approfondire alcune dinamiche familiari disfunzionali che portano al verificarsi della violenza domestica. La Psicoterapeuta Transazionale Fabiola Santicchio focalizzerà l’attenzione sui giochi relazionali di coppia e la violenza come strumento di controllo e di potere, nell’intervento “Quando le emozioni diventano violente: coppie e maltrattamenti”.
A seguire il confronto tra l’Avv. Sebastiano Flora e il Magistrato Lanni “I reati all’interno della famiglia: avvocatura e magistratura a confronto”, fornirà un quadro chiaro e complesso del dispiegarsi della violenza domestica e delle sue conseguenze giuridico-penali.
In chiusura, la Psicoterapeuta Transazionale Federica Mancusi parlerà di “Violenza negli occhi del minore: risvolti sullo sviluppo psico-affettivo”, sottolineando il diritto all’infanzia e l’importanza della cura e dell’amore delle figure primarie per un sano sviluppo del bambino.

L’incontro, che garantisce 3 crediti formativi per gli avvocati, rientra nelle numerose iniziative del CAD (Centro Ascolto Disagio) Potenza Capoluogo al fine di promuovere cultura ed informazione in ambito di prevenzione ed azione sul disagio. Il CAD si prefigge, inoltre, di fornire consulenze gratuite da parte di professionisti di diverse aree di appartenenza (legale, psicologica, formazione e orientamento al lavoro, ecc.) per garantire ai cittadini un approccio olistico ed esaustivo a problemi di varia natura.

Print Friendly, PDF & Email

La Redazione

la Redazione del Lucano Magazine - Attualità, Politica, Economia, Turismo e Sport in salsa Lucana