Il ponte Nepalese delle Dolomiti Lucane: un’esperienza da brivido!

Il Ponte Nepalese delle Dolomiti Lucane è una novità lucana assoluta da provare!
L’idea di camminare sospesi nel vuoto a 30 metri di altezza su un ponte di assi di legno come nei film di avventura è davvero allettante e per vivere questa straordinaria esperienza, circondati anche da un paesaggio suggestivo, bisogna solamente raggiungere le Dolomiti Lucane.
Le Dolomiti lucane sorgono nell’Appennino lucano e sono formate da cime scoscese e acuminate che raggiungono un’altitudine di circa 1.000/1.100 metri. La particolare conformazione dei picchi di queste montagne ha dato vita a nomi popolari quali l’Aquila Reale, l’Incudine, la Grande Madre, la Civetta.
Le Dolomiti Lucane si trovano nel territorio dei comuni in provincia di Potenza di Castelmezzano e Pietrapertosa, inseriti nell’elenco dei Borghi più belli d’Italia e situati sulla cima di due versanti rocciosi, in un paesaggio di immensa bellezza. I due versanti dei paesi sono collegati da un Ponte Nepalese sospeso a 35 metri di altezza sopra il torrente Caperrino.
Il Ponte Nepalese collega i punti di partenza delle Vie Ferrate Marcirosa (Pietrapertosa) e Salemm (Castelmezzano) ed è lungo 72 metri ed è un ponte pedonale formato da una pedana con assi di legno e tiranti di acciaio. Può essere percorso in ogni periodo dell’anno. Ovviamente, per attraversarlo, è obbligatorio adottare alcune misure di sicurezza: ad esempio, essere agganciati alla linea di vita con apposita kit da ferrata. La portata massima del ponte è di 15 persone alla volta.
Dal lato di Pietrapertosa il Ponte Nepalese è raggiungibile con un sentiero che passa dall’Antro delle Streghe, il pianoro che si trova in prossimità del torrente Caperrino. Attraversando il Ponte ci si trova sulla Murgia di Castelmezzano, dove per proseguire bisogna utilizzare la Via Ferrata.
Dal lato di Castelmezzano il Ponte Nepalese è raggiungibile arrivando al punto iniziale della Via Ferrata Salemm, scendendo poi con un tratto di ferrata supplementare fino al ponte. Una volta attraversato ci si trova sul lato opposto, vicini al punto di partenza della Via Ferrata Marcirosa di Pietrapertosa.
Poiché per arrivare al Ponte Nepalese è necessario percorrere la Via Ferrata, dove praticare l’arrampicata lungo le dorsali rocciose, è necessario farsi accompagnare da una guida o da persone esperte se non si ha dimestichezza con questo tipo di percorsi. Si può noleggiare l’attrezzatura apposita in zona.
Per informazioni: http://www.ledolomitilucane.com/

Print Friendly, PDF & Email

Debora Colangelo

Laureatasi in Lingue e Letterature Moderne europee ed americane, è diventata giornalista pubblicista a maggio del 2018. Nutre uno spiccato interesse per la letteratura italiana, francese, inglese ed americana. La lettura, la traduzione e il disegno sono le sue grandi passioni.