Dall’8 al 12 marzo Avigliano si tinge di rosa con la prima edizione del Festival delle donne 1.0

“La donna va festeggiata tutti i giorni e non solo l’8 marzo” . Questa è una delle tante frasi che in questi giorni sentiamo echeggiare nell’aria ed è vero, come definita da molti si tratta di una festa “commerciale”, una giornata che profuma di mimosa ma che spesso non riesce ad attribuire e cogliere la vera essenza della sua protagonista: la donna.

A questo proposito, per ritornare sul giusto binario e portare sotto i riflettori la donna in tutte le sue sfaccettature, “l’Officina del Circo” di Avigliano, propone 5 giorni di divulgazione, intrattenimento e animazione realizzando la prima edizione del “FESTIVAL DELLE DONNE 1.0”.

Il festival delle donne che prenderà vita dall’8 al 12 marzo, vuole essere un’occasione di conoscenza, confronto, scambio e arricchimento collettivo. Si tratta di un progetto nuovo ed ambizioso che ha voglia di continuare a vivere nel tempo. La dicitura “1.0” presente nel titolo non è casuale, indica infatti, il primo di tanti appuntamenti e la volontà di volersi migliorare. 1.0 è un modo per dire ” non ci fermeremo qui”, lascia intuire la presenza di altre edizioni ( si pensa ad un festival estivo caratterizzato da diverse arti performative) .

Avigliano vanta della presenza di molte associazioni “tutte al rosa” che hanno accolto con entusiasmo l’invito dell’associazione Officina del circo diventando sue alleate e partner ufficiali tra cui: la commissione Pari opportunità, il collegio delle Ostetriche, il Gruppo Coordinamento Donne, Le Donne del Mutuo Soccorso ecc.

L’obiettivo è quello di coinvolgere il pubblico nell’analisi del variegato e complesso mondo femminile e di farlo nel modo più leggero e interessante possibile con una serie di interventi e attività che intratterranno i partecipanti dal tardo pomeriggio in poi. La manifestazione si aprirà l’ 8 alle ore 18 presso la sala Andrea Claps, gli altri eventi previsti avranno location varie: il Chiostro comunale, la Sala Consiliare e la Casa di riposo. Oltre agli incontri di informazione e divulgazione, ci saranno una serie di spettacoli: la proiezione del film “le Suffragette”, lo spettacolo della Compagnia L’Albero “QUEL GIORNO” Monologo teatrale di Laura Grimaldi con Ramona Rufino e regia di Alessandra Maltempo, la proiezione del cortometraggio “Ajala M.”, lo spettacolo “SVISITORS” da parte dell Associazione “Il Centiforme”, i clown in corsia che porteranno allegria alla casa di riposto, spettacoli di canto, danza, teatro e per finire il concerto di Renato Pezzano che chiuderà le 5 giornate del festival.

Ad arricchire ulteriormente le giornate dedicate alle donne la Mostra di fotografia “Women in Life” di Francesca Nella e Mariangela Tripaldi.

Donatella Filadelfia

Print Friendly, PDF & Email