Zuppa con i fagioli poverelli di Rotonda D.O.P.

1Il fagiolo poverello, bianco e privo di screziature, è un’eccellenza lucana a cui è stata riconosciuta il marchio D.O.P. Questa pianta è prodotta nel territorio della Provincia di Potenza, nell’area del Comune di Rotonda ed in tutta la zona circostante – Viggianello, Castelluccio Inferiore e Castelluccio Superiore.

Si tratta di un prodotto di alta qualità dotato di un alto contenuto proteico che in passato era consumato per compensare l’assenza di carne nell’alimentazione povera di un tempo. I fagioli poverelli sono ottimi per essere consumati con la pasta, all’interno di minestroni o nell’insalata. Ma il loro abbinamento classico ed immancabile nella cucina tradizionale è quello con la polvere di peperone crusco.

Come tutti i legumi, il fagiolo di Rotonda necessita di riposo in acqua per circa 12 ore prima di essere cotto. Anche se, quando sono “in ritardo” procedo con il metodo della mia nonna paterna – che poi è diventato quello di mia madre – ovvero: lavo i fagioli e li trasferisco in una pentola. Li copro d’acqua, chiudo con un coperchio e li porto a bollitura. Dopodichè lascio andare a fuoco medio per una decina di minuti, spengo, e lascio riposare – senza toccare il coperchio – per un’oretta. Poi procedo alla ricetta.

INGREDIENTI per 2 persone:

  • 200 gr di fagioli poverelli di Rotonda D.o.p. già ammollati
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 rametto di alloro
  • olio evo qb
  • polvere dolce di peperone crusco qb
  • un pizzico di polvere piccante di peperone secco
  • sale qb
  • 1 spicchio di aglio

PROCEDIMENTO:

  • versare i fagioli in una pentola – preferibilmente di coccio – e coprirli di acqua
  • aggiungere il rosmarino e l’alloro (tenendo da parte qualche foglia per la decorazione finale)
  • portare a bollitura con il coperchio
  • salare2
  • lasciar andare a fuoco medio per 1 o 2 ore
  • in una padella rosolare in 5 cucchiai d’olio lo spicchio d’aglio schiacciato con il palmo della mano
  • aggiungere un cucchiaio abbondante di polvere dolce
  • velocemente e prima che annerisca trasferire i fagioli nella padella utilizzando un ragno/schiumarola
  • mantecare
  • aggiungere2 o 3 mestoli di acqua di cottura dei fagioli
  • mescolare
  • aggiustare di sale
  • lasciar andare per una mezzora
  • aggiungere altri 2 cucchiai di polvere dolce ed un pizzico di quella piccante
  • mantecare
  • quando il fondo di cottura sarà sufficientemente cremoso spegnere il fuoco e rimuovere l’aglio
  • servire con un filo di olio crudo accompagnando con del pane tostato

Seguite Raffaella qui e qui!

Print Friendly, PDF & Email
Raffaella Caucci

Raffaella Caucci

Lagonegrese e lucana DOC; importata a Roma da 14 anni. Laureata in Comunicazione, professionista in pubblicità, moglie e madre; amante della cucina e del cibo in ogni sua forma: credo fermamente che sia una cosa serissima, un antidoto alla tristezza ed alla frustrazione quotidiana; un momento di piacevole relax e di condivisione. Perchè "mangiare" va ben oltre il semplice "nutrimento". E' un modo per raccontare e conoscere la cultura di un paese; è un momento di intimità con chi amiamo; è bellezza per i nostri occhi e piacere puro per il nostro palato.