Lello Arena in Basilicata con il suo ultimo spettacolo “Parenti Serpenti”

Ritorna in tour in Basilicata l’attore napoletano Lello Arena con quattro nuove tappe per il suo ultimo spettacolo “Parenti serpenti”, proposto dalla Stagione Teatrale 2016-2017 organizzata dal consorzio Teatri Uniti di Basilicata.

Sabato 7 gennaio, alle ore 21, presso il Teatro Pino di Moliterno; domenica 8, alle ore 19:30, al Teatro Obadiah di Oppido Lucano; lunedì 9, ore 21, al Teatro Anzani di Satriano di Lucania e martedì 10, ore 21, al Teatro Lovaglio di Venosa.

  La commedia di Carmine Amoroso, con la regia di Luciano Melchionna, è uno spaccato familiare e sociale. Un Natale in famiglia, nel paesino d’origine, come ogni anno da tanti anni. Un Natale pieno di ricordi e di regali da scambiare, in questo rito stanco che resta l’unico appiglio possibile per tentare di ravviare i legami famigliari, come il fuoco del braciere che i genitori anziani usano, ancora oggi, per scaldare la casa: un braciere pericoloso ma rassicurante come tutte le abitudini e le tradizioni. Un Natale a casa dei genitori anziani che aspettano tutto l’anno quel momento per rivedere i figli cresciuti, e andati a lavorare in altre città. Uno sbarco di figli e parenti affettuosi e premurosi che si riuniscono, ancora una volta, per cercare di spurgare, in un crescendo di situazioni esilaranti e stridenti in cui tutti noi possiamo riconoscerci, le nevrosi e le stanche dinamiche di coppia di cui sono ormai intrisi.

Afferma il regista: “Immaginare Lello Arena, con la sua carica comica e umana, nei panni del papà – interpretato da Panelli nel film di Monicelli – mi ha fatto immediatamente sorridere, tanto da ipotizzare il suo sguardo, come quello di un bambino, intento  a descrivere ed esplorare le dinamiche ipocrite e meschine che lo circondano, in quei giorni di santissima festività: è un genitore davvero in demenza senile o è un uomo che non vuol vedere più la realtà e si diverte a trasformarla e a provocare tutti? – continua Melchionna – All’improvviso, dunque, un terremoto segna una crepa nell’immobilità rassegnata di un andamento ormai sempre lo stesso e in via di spegnimento. Con questa commedia passeremo dalle risate a crepapelle per il tratteggio grottesco, e a tratti surreale, dei personaggi al più turpe cambiamento di quegli esseri che – chi di noi non ne ha conosciuto almeno uno? – da umani si trasformeranno negli animali più pericolosi e subdoli: i serpenti”.

Lo spettacolo è una produzione Ente Teatro Cronaca Vesuvioteatro in collaborazione con Bon Voyage Produzioni e con Festival Teatrale di Borgio Verezzi, vede in scena accanto a Lello Arena, Giorgia Trasselli, e una nutrita compagine di attori di talento: Andrea de Goyzueta, Marco Mario De Notaris, Carla Ferraro, Autilia Ranieri, Annarita Vitolo e Fabrizio Vona.

La Stagione Teatrale 2016-2017 “Il teatro. Liberi d’interpretare” realizzata dal consorzio Teatri Uniti di Basilicata, con il sostegno del Mibact , Regione Basilicata ed i quindici Comuni che la ospitano, aderisce all’iniziativa  dedicata a promuovere la cultura “18app”, a cura del Mibact e della Presidenza del Consiglio dei Ministri, destinata ai ragazzi che compiono 18 anni nel 2016, che hanno diritto ad un bonus di 500€ spendibile in attività culturali.

Per maggiori informazioni e prevendita www.teatriunitidibasilicata.it.

 

 

PARENTI SERPENTI

di Carmine Amoroso

regia Luciano Melchionna

con LELLO ARENA, Giorgia Trasselli, Andrea de Goyzueta, Marco Mario De Notaris, Carla Ferraro, Autilia Ranieri, Annarita Vitolo, Fabrizio Vona

scene Alessandro Baronio

produzione Ente Teatro Cronaca Vesuvioteatro

in collaborazione con Bon Voyage Produzioni e con il Festival Teatrale di Borgio Verezzi

 

Ufficio stampa

Roberta Pecora

ufficiostampa@teatriunitidibasilicata.com

tel. +39 340 7815658

Print Friendly, PDF & Email
Redazione

La Redazione

la Redazione del Lucano Magazine - Attualità, Politica, Economia, Turismo e Sport in salsa Lucana