Una serata a favore della LFCI grazie alla musica

Una domenica apparentemente come tante qui a Potenza, un clima coinvolgente , una vittoria confortante e nell’aria la voglia di rilassarsi e godersi questa città.
Ma come? A questa domanda hanno risposto in molti, a gran voce e non solo metaforicamente scrivendo ma addirittura cantando fino all’ultima goccia di voglia che si ha per dimostrare cosa si è capaci di fare e cosa si può raccontare . Parliamo di giovani talenti lucani , allievi della scuola “Pianeta Voce “ supportati dalla loro vocal coach Dina Lopez, e di voce Dina ha dimostrato ancora una volta di averne tanta emozionando tutto il Teatro Stabile di Potenza aprendo … i canti omaggiando un grandissimo artista Lucano: Pino Mango.
Ma il perché di una serata tanto particolare ce l’ha spiegato chi ha condotto questo spettacolo in un modo dannatamente naturale: Eva Immediato supportata dall’insegnamento più emozionante che tecnico del presidente della “LFCI: Lega della Fibrosi Cistica Italiana”di Potenza , Domenico Iacobuzio, sostenendo il potere della ricerca e dell’unione per condurla.
Ma dietro delle voci c’è sempre chi le guida e chi le sostiene , nel silenzio apparente perché la musica lo sappiamo non è solo un accompagnamento ma un vero e proprio colosso , ce l’hanno dimostrato gli artisti: Nello Giudice al basso, Rocco Salzano alla battieria e Savero Orlando alla chitarra e Domenico Giambersio alla tastiera suonando dal vivo , e con un vivo entusiasmo.
Ma questo fiume in piena ieri scorreva mimetizzandosi tra le corde della chitarra di Gianfranco Cloralio trasformatosi in una cascata col solo tocco delle dita, di altre corde parliamo con Dana Lopez , delle vocali, che tra l’equilibrio di sensibilità e determinazione son certa ha inondato tutti.

L’unione tra chitarra e voce di Tiziano Cillis si è soffermata inizialmente in una preghiera canora ricordandoci il perché della serata ma un perché che deve sempre essere ricordato , riecheggiando nella nostra memoria.
Ma uno spettacolo con dei giovani talenti non può non incrociare dei pareri in questo caso stilati da dei professionisti come il Maestro Pasquale Menchise e Angela Santopietro , che mimetizzandosi tra il pubblico prendevano appunti in maniera differente, un parere più tecnico e vocale contro una critica emotiva e sentimentale.
Ma quando si parla di arte lo si fa coinvolgendone possibilmente tutte le forme , ed io non potrei non menzionare lo spazio dedicato alla moda con le creazioni primaverili e romantiche di Michela Napolitano.
Non possiamo non menzionare Saverio Sangregorio del conservatorio di musica di Potenza e Massimo Brancati giornalista della “Gazzetta del Mezzogiorno” contribuendo alla realizzazione della serata.
Di seguito i nomi dei ragazzi che hanno riempito il Teatro e non solo…
Giuseppe Tramutola, Francesca Picciuolo, Eliana Lapolla, Luigi Remollino, Angela Confuorti, Walter Castaldo, Carmen Lolaico, Francesca Cerone, Giusiana Improta, Margherita Sansone, Giorgia Pace, Desire’ Colucci, Giorgia Rotondi, Sofia Pace, Rossella Monaco, Manuela Accardi, Carolina Lorusso, Miriana Infantino, Michela Morlino, Alessandro Martino, Maria Paola Lombardi, Chiara Giosa.

 

 


 

Print Friendly, PDF & Email
Giovanna Quarartino

Giovanna Quaratino

Nata a Potenza nel 1992. Laurea magistrale in Moda presso l’ IUAV di Venezia dopo la triennale di Design presso l’Università di Camerino, dove ha svolto anche il ruolo di Assistente Universitario. Ha frequentato un corso come Fashion Designer presso il CNA di Ascoli Piceno, che le ha dato la possibilità di poter far sfilare i propri capi per ben due anni a San Benedetto del Tronto. Dopo aver lavorato presso un importante brand di maglieria e collaborato con un’azienda di moda spagnola, attualmente scrive di arte, moda e di attività correlate come componente del Polo Artigianato Artistico Lucano.