Successo di pubblico e critica per il ‘Pretoria Music Happening’

“Un impegno che ha messo insieme le potenzialità della nostra comunità, la capacità di lavorare uniti intorno a un obiettivo comune, diffondere l’amore per la musica, soprattutto ha aperto uno sguardo di prospettiva rispetto all’inizio di anno destinato a cambiare la storia di Potenza, proprio a cominciare dalla sua storia: l’anno gerardiano. La straordinarietà della ‘Peregrinatio’ della Madonna Nera che stiamo per ospitare nella nostra città, segnerà l’inizio delle celebrazioni per il nono centenario della nascita al Cielo di San Gerardo La Porta, nostro patrono e figura attorno alla quale il capoluogo di regione può e deve tornare a costruire un futuro di sviluppo fondato su una tradizione che affonda le proprie radici in una storia intrisa di cristianesimo e valori”. Questo il commento dell’assessore alla Cultura Roberto Falotico riguardo a uno degli eventi più attesi del cartellone dell’Estate in Città, quello che si è svolto nella serata di mercoledì 19 settembre, il ‘Pretoria Music Happening’. “Via Pretoria è diventata un unico palcoscenico che ha regalato oltre 5 ore ininterrotte di emozioni. Un percorso nel quale le note sono state il sentiero che ha visto fondersi pensieri e sogni dei fortunati intervenuti. Professionalità, impegno e qualità che il Conservatorio ‘Carlo Gesualdo da Venosa’ ha saputo offrire – prosegue l’assessore alla Cultura Roberto Falotico – trovano nel direttore Felice Cavaliere, nel presidente Mauro Fiorentino e in coloro i quali, docenti e studenti del prestigioso istituto potentino, hanno concorso a rendere l’estate di Potenza un luogo fisico, ma anche uno spazio dell’anima, in grado di regalare bellezza autentica, attraverso espressioni artistiche di un livello eccelso. La proposta generale di tutte le esecuzioni, compresa la durata delle varie composizioni, ha consentito a ciascuno di stilare un personale programma di ascolto in relazione ai propri gusti e ai personali interessi”. La manifestazione che si è avvalsa del supporto di Basilicata Circuito Musicale e della collaborazione con l’ASCOM, Associazione del Commercio, del Turismo, dei Servizi e delle P.M.I., ha potuto svolgersi anche grazie alla cooperazione offerta dalla parrocchia di San Michele, quella di diversi esercizi commerciali, Fusco, Gran Caffè La Delizia, privati come i proprietari dei palazzi Branca e del condominio dell’ex Albergo Moderno, l’ufficio Cultura e i dipendenti comunali che lavorano nel teatro Stabile. “Certamente un’esperienza da ripetere – ha concluso l’assessore Falotico – anche per il gradimento dimostrato e per la partecipazione riscontrata. Potenza si è dimostrata particolarmente viva e sensibile rispetto a iniziative che incontrano l’apprezzamento dei potentini e anche di molti ‘addetti ai lavori’ con i quali mi sono confrontato; come Amministrazione, faremo sì che, anche sulla base dell’esperienza maturata e sulla grande sintonia con il Conservatorio potentino, momenti come quelli vissuti abbiano a ripetersi, valorizzando la nostra cultura, i nostri luoghi, le nostre persone”.

Print Friendly, PDF & Email
Redazione

La Redazione

la Redazione del Lucano Magazine - Attualità, Politica, Economia, Turismo e Sport in salsa Lucana