Biotestamento, Belisario (Idv): meno presunzione etica e più cognizione

“Per una legge sul biotestamento ci vorrebbe meno presunzione etica e più cognizione scientifica. Il testo approvato alla Camera è un vero e proprio obbrobrio, un gran pasticcio che metterà in difficoltà anche i medici. Infatti, come denuncia il presidente dell’associazione anestesisti-rianimatori ospedalieri italiani, la legge così com’è è inapplicabile perché mancano del tutto le indicazioni su chi dovrebbe accertare l’assenza di attività cerebrale. Non ci sembra cosa da poco”. Lo dichiara il presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “Il testamento biologico deve rispondere solo alla volontà di chi lo sottoscrive. Ci vuole una norma che recepisca questo, non certo una legge che impone ai cittadini una scelta morale di altri e decide per loro come vivere e anche come morire. In Senato – conclude Belisario – l’Italia dei Valori si batterà per correggere radicalmente un testo mostruoso e a nostro avviso anticostituzionale”.

Print Friendly, PDF & Email