Prima edizione delle Ruraliadi

Continua con enorme interesse e con un grande successo di partecipazione e pubblico, la prima edizione delle Ruraliadi nei 15 comuni del Marmo Platano Melandro. Dopo le tappe di Sant’Angelo Le Fratte, Tito e Sasso di Castalda, al primo posto dell’itinerario di competizioni rurali c’è Brienza con 53,5 punti: comanda in classifica su Muro Lucano (38,5) e Pescopagano (36): ma tutto può succedere ancora, quando mancano 8 tappe. Le prossime tappe, si terranno a Ruoti, a Satriano di Lucania e a Baragiano:

Gli appuntamenti in programma rappresentano un’occasione di valorizzazione in rete, secondo un’unica offerta integrata di turismo, del patrimonio naturalistico e gastronomico del Marmo Melandro. E’ il coronamento della programmazione di questi anni del Gal Marmo Melandro. Ruraliadi, infatti, è un evento promosso proprio dal Gal e realizzato da Iridia Soc. I-rappresentanti-dei-15-comuni-del-Marmo-Platano-Melandro-nel-comporre-la-R-umana-di-Ruraliadi-374x200Coop.
Le Ruraliadi sono ormai diventate non solo giochi e divertimento, ma anche, e specialmente, integrazione, socializzazione, unione e valorizzazione dei territori. “Sta funzionando tutto alla grande, un successo e una perfetta organizzazione”, ha sottolineato il presidente del Gal, Michele Miglionico, nelle ultime tre tappe, mentre Nicola Manfredelli, direttore del Gal, ha voluto sottolineare l’importanza delle Ruraliadi anche nell’ottica “della socializzazione, integrazione e valorizzazione dei territori, che si uniscono”. Appuntamento quindi a Ruoti (26/09), Satriano di Lucania (27/09) e Baragiano (28/09).

Print Friendly, PDF & Email

Marianna Figliuolo

Salve a tutti mi chiamo Marianna, sono laureata in Scienze della Comunicazione ed ora sto proseguendo il mio percorso universitario con la laurea magistrale in Scienze Filosofiche della Comunicazione all’Università degli studi della Basilicata. Studiare l’attualità vicina e lontana, curiosare, chiedere, capire il più possibile per poi spiegare agli altri ciò che si è compreso mi è sempre piaciuto. Quella del giornalista è una professione che mi interessa e che attrae molti giovani a cui piace scrivere e viaggiare, ma il giornalismo non è solo questo, è soprattutto curiosità per le persone, gli eventi, per la realtà che ci circonda, ed è poi indubbiamente “notizia”. È questa idea che mi ha avvicinata a quello che poi dal 2011 è diventato il mio percorso di collaborazione con La Nuova Del Sud e che oggi continua con Il Lucano Magazine.